League of Legends Worlds Championship 2015: che la sfida abbia inizio!

Il primo ottobre sarà una giornata molto importante nel mondo dei videogiochi poiché, proprio quel giorno, avranno inizio i Campionati Mondiali di League of Legends, il videogame più giocato al mondo.

Ma cos’è di preciso League of Legends? È un MOBA (Multiplayer Battle Arena Online) dove due squadre di cinque giocatori l’una si affrontano online in un’arena virtuale con diversi elementi ambientali ad arricchire il gioco, quali ad esempio creature da uccidere in cambio di potenziamenti, zone in cui nascondersi e altro. I giocatori delle due squadre scelgono il “campione” da usare in un pool di circa 200, tutti con abilità diverse, e lo scopo del gioco sarà distruggere il Nexus della squadra avversaria, cioè il cuore pulsante della base nemica.

league of legends videogamesSpesso abbreviato in LoL, questo MOBA registra davvero numeri da capogiro: nel 2014 ci sono stati 67 milioni di giocatori, di cui più di 27 milioni attivi ogni giorno, con picchi settimanali di 7,5 milioni di giocatori connessi simultaneamente. In Corea in occasione delle partite più importanti gli stadi si riempono di fan sfegatati per i team in gioco che nemmeno un concerto dei Led Zeppelin in un monolocale: decine di migliaia di ragazzi sono disposti a pagare anche l’equivalente di un centinaio di euro per assistere in diretta all’evento su un maxischermo posto nello stadio. L’enorme successo del gioco è dato dal carattere free to play e dall’enorme competitività dello stesso, che ha portato alla nascita di veri e proprio tornei, fino a raggiungere, appunto, portata mondiale.

Un altro elemento che ha portato all’enorme successo di marketing che è LoL è lo studio per i dettagli: ogni singolo campione è inserito in una “lore”, cioè ha una storia personale e un ruolo nel mondo dove è ambientato il gioco. In occasione dei World Championship 2014 la Riot (la proprietaria di LoL) collaborò con gli Imagine Dragons per la musica del trailer (potete trovarla qui, e vi sfido a non emozionarvi); inoltre famosi sono i video “cinematic” creati per raccontare eventi della vita dei personaggi, tra i quali quello di Amumu,la Mummia Triste. Sono arrivati addirittura a creare una canzone unicamente per pubblicizzare una skin (aspetto alternativo dell’eroe, acquistabile tramite microtransazioni, NdA) di un personaggio.

wc_numbers_banner_20Quest’anno il Campionato si svolgerà interamente in Europa nelle città di Parigi, Londra, Bruxelles e Berlino. Il formato del torneo sarà un classico ad eliminazione, dove le squadre si affronteranno in match Best of Five. Ci saranno quattro gironi (A B C e D), con all’interno ognuno quattro squadre provenienti da quattro regioni diverse tra Nord America, Europa, Cina, Corea, Taiwan-Hong Kong-Macau e Regioni Miste. Le due migliori squadre di ogni gruppo passeranno il turno e giocheranno le semifinali in modo che la prima classificata di ogni girone affronti la seconda di un altro, scelto a caso. Le squadre dei gironi e i match sono disponibili qui.

Un gioco con un enorme seguito in tutto il mondo, un vero e proprio sport elettronico (eSport), con milioni e milioni di appassionati. Si potrebbe disquisire della definizione di “sport” riferita a un videogioco per ore, la mia opinione è che se il curling è considerato sport allora lo può essere anche il tetris… figuriamoci dunque LoL. Comunque negli sport, si sa, dove girano tante persone girano anche tanti soldi: i biglietti per la finale berlinese del 31 Ottobre costano fino a 60 euro, poco se confrontate alle cifre coreane, ma adatti per un’Europa “immatura”; i montepremi del 2015 per la terza squadra classificata è di 150.000 $, per la seconda 250.000 $ e per la prima un milione tondo tondo. Questo, ovviamente, senza contare il guadagno ottenuto grazie agli sponsor (la vincitrice dello scorso anno si chiamava Samsung Galaxy White, per intenderci) e il merchandising della squadra disponibile sul lero e-shop: magliette, tazze e molto altro ancora. O, ancora, gli introiti da siti come YouTube o Twitch.tv, un sito di streaming live dove giocatori videogiocano in diretta, interagendo col “pubblico” attraverso la webcam e il microfono. Per dare qualche numero, nel 2015 Twitch ha registrato 1.5 milioni di canali attivi e 100.000 visitatori al mese. Nel 2014, quando Amazon comprò la compagnia, la pagò 970 milioni di dollari.maxresdefault

Streamer talentuosi esistono ovviamente anche in Italia, come ad esempio Terenas, anche se in tutta Europa manca per adesso una forte cultura degli eSport, cultura che invece negli altri continenti esiste ed è in continua evoluzione. Sicuramente la diffusione di piattaforme multimediali favorirà lo sviluppo di questo settore, c’è solo da sperare che il progresso non si faccia attendere troppo.

Annunci

Dì la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: