Il Golpe Borghese, ovvero quando l’Italia sfiorò il totalitarismo

Notte fra il 7 e l’8 dicembre 1970. A Roma 187 uomini del Corpo Forestale occupano le sedi RAI. A Milano alcuni militari, guidati dal colonnello Spiazzi, occupano Sesto San Giovanni. Si scoprirà solo nel marzo 1971, da un’inchiesta di Paese Sera, che il tentato colpo di Stato era stato guidato dal Principe Junio Valerio Borghese e annullato per circostanze inspiegabili. Gli imputati verranno tutti assolti, sette anni dopo. Il tentato golpe dell’8 dicembre verrà consegnato alla storia col nome di “Golpe Borghese”, o “Golpe dell’Immacolata”.

Complotto_neofascistaCinecittà, Roma, 1945. Il Principe Junio Valerio Borghese viene arrestato dagli alleati. Il “Principe Nero”, comandante della punta di diamante delle forze armate della Repubblica Sociale Italiana, la Decima Flottiglia MAS, ci mette poco però a stringere amicizia con gli americani: come sarebbe avvenuto in Portogallo con Salazar, in Spagna con Franco e in Grecia con i Colonnelli, gli yankees hanno bisogno di appoggi sicuri in Europa, visto che Stalin fa paura. E pazienza se i nuovi “amici” sono dei fascisti. E quindi il buon Junio sconta 12 anni di carcere, anziché i due ergastoli dell’accusa, e appena esce di galera non perde tempo e diventa presidente onorario del Movimento Sociale Italiano (o MSI, che poi diventerà Alleanza Nazionale nel 1994).

golpe-borghese

Manifestazione per la liberazione dei detenuti l’1/02/1972 Credits: http://archiviofoto.unita.it

Italia, anni ’70. Mauro De Mauro e Giovanni Spampinato, giornalisti de L’Ora di Palermo, attraverso le dichiarazioni di alcuni pentiti, scoprono che Cosa Nostra era pronta ad aiutare Borghese nel colpo di Stato. Secondo le intenzioni del Principe, la Mafia avrebbe dovuto accompagnare gli uomini da sostituire ai prefetti, una volta che il golpe si fosse esteso in tutta la Penisola, fermare chiunque avesse fatto opposizione e, ovviamente, dare una mano per “conquistare” la Sicilia. È accertato che Borghese abbia avuto colloqui con la “crème” di Cosa Nostra degli Anni di Piombo: Buscetta, Luciano Liggio e Pippo Calò (quest’ultimo qualche anno dopo sarebbe diventato il principale tramite tra criminalità siciliana e la Banda della Magliana).

Operazione_GladioLa Sicilia è un calderone bollente: Stefano Delle Chiaie, il leader dell’eversione nera e fra i principali indiziati della strage di Piazza Fontana di qualche anno prima, viene avvistato nel ragusano, mentre si smerciano grosse quantità di eroina e cocaina, per finanziare il golpe. Fonti del KGB assicurano di aver scoperto SIFAR (i servizi segreti militari) e CIA dietro questo affare di spionaggio internazionale. Ovviamente non manca l’appoggio economico di Salazar, Franco e dei Colonnelli. Non mancano avvistamenti di campi di addestramento di MSI e di squadracce in camicia nera in stile Ventennio. È il delirio più totale. De Mauro e Spampinato sanno troppo. Diventano cibo per pesci.

Washington, 1995. Bill Clinton abilita la decriptazione degli archivi segreti americani. Qui si parla di un certo Cucchiara, pentito ex Decima MAS, che rivela che gli uomini di Borghese volevano estendere il golpe in tutta Italia, per appoggiare una dittatura di centro o di destra. La Decima MAS, assicura Cucchiara, sarebbe stata il nucleo primigenio dalla quale sarebbe poi nata Gladio, la forza paramilitare degli USA in Italia e in contatto con Cosa Nostra, Massoneria ed eversione nera, atta a contrattaccare in caso di attacco comunista. Già dal ’56, il SIFAR aveva firmato un accordo segreto con gli yankees, il cosiddetto Piano Demagnetize. In soldoni: noi vi diamo i soldi del Piano Marshall, voi ci date piena libertà di danneggiare ed indebolire le sinistre del vostro Paese.

Ma allora perchè il golpe è fallito? Adriano Monti, medico reatino e mancato Ministro degli Esteri del governo Borghese, ci dà una possibile spiegazione. La CIA avrebbe dato l’ok al golpe, ma ad una condizione: Andreotti capo del governo. O non se ne sarebbe fatto niente. Il Divo Giulio, che da vivo era una tomba per quanto riguarda i segreti di Stato, neanche stavolta potrà darci una risposta…

Annunci

Dì la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: