Reato di opinione: perché l’apologia ed il negazionismo sono antisociali

Partiamo da un fatto che deve essere necessariamente accettato, se siamo tutti convinti di fare parte del “genere umano”: la società si fonda su diversi generi culturali, etnici anche, che hanno differenti bisogni, credenze, relazioni. Insomma siamo tutti diversi ma comunque appartenenti al genere umano, e lo scopo dello stare insieme è tutelare le diverse opinioni e ancor di più tutelare la dignità ed il pensiero del nostro prossimo, tutelare le verità, ed ergere gli errori a monito per far si che lo stare insieme su questo pianeta sia possibile.

armenia_850

In questi giorni si parla di censura, di reato di opinione, sottovalutando un fattore importante rispetto a questa tematica: che opinioni bisogna tutelare, quali opinioni possono nuocere alla convivenza umana? I negazionisti dei genocidi, per me, sono i peggiori esseri umani che una società potrebbe includere. Badate che sono duro e sarò duro nelle mie opinioni, per un fattore di peso del linguaggio (cosa a cui tengo tantissimo).

Negare un genocidio vuol dire tante cose, ma soprattutto vuol dire dare la possibilità che un’azione di questo tipo avvenga di nuovo. Rendere reato il negazionismo dei genocidi, compresa la Shoa, vuol dire rendere impossibile il pensare, propagandare e far ripetere errori di questo tipo. Credo che una censura su questo tipo di opinioni debba poter essere quantomeno contemplata senza scandalo, senza gridare allo schifo, alla censura del pensiero in generale.

106

Non ammettere una censura di questo tipo alimenta la mixofobia che tanto affligge la nostra società e che ci fa compiere scelte che ci fanno stare male, malissimo, soprattutto mentalmente: ci chiudiamo in Suv giganteschi (denominati sportivi ed economici, quando in realtà sono dei succhiabenzina mastodontici e terrorizzanti), chiudiamo fuori la vita mettendoci al sicuro di condomini con mura-fossato medioevali e sistemi di sicurezza avanzatissimi, distruggiamo relazioni, odiamo altri esseri umani.

Negare la possibilità di poter solamente pensare e divulgare che il genocidio del popolo armeno, del popolo palestinese, delle guerre bosniache, di opinione, di religione siano avvenute significa uccidere la memoria di chi per la libertà umana e la possibilità che “tu possa dire la tua anche se non sono d’accordo” hanno sacrificato la propria di vita: i partigiani, i bambini morti neanche in fasce, le donne uccise e stuprate perché la guerra è guerra.

La libertà di pensiero è anche pensare che un altro essere umano abbia il diritto di esistere anche se completamente diverso da me. E se l’uomo ha bloccato la sua evoluzione (se l’evoluzione deve migliorare una specie credo che persone che tendono ad uccidere altri simili non siano da considerare una “evoluzione della specie”) la società, con sacrifici, deve impedire questo trend! L’evoluzione dell’uomo è avvenuta grazie a scoperte mediche, intellettuali e dei diritti civili che hanno permesso che l’uomo sopravvivesse, non è avvenuta lasciando che l’uomo più forte uccidesse quello più debole.

Esprimersi contro una censura che ipotizza il “reato di opinione” condannando e punendo chi vuole seminare violenza e pulizie etniche e razziali è un controsenso rispetto al sostenere la libertà di pensiero: non è una censura ma bensì una salvaguardia del fatto che tu, qualsiasi essere umano tu sia (razza, sesso, pensiero, religione, non religione), possa liberamente godere di questo pianeta insieme a me, a costo di sacrificare la mia vita, scusate ma ho evoluto la citazione abusata in questi mesi di Voltaire. Anzi, adesso sapete che era Voltaire a difendere l’umanità dall’aggressione del pensiero che uccide di terroristi e fanatici religiosi che non permettono  la circolazione del libero pensiero.

Annunci

Dì la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: