“L’ipocrisia dei pro-Charlie”. La lettera di Antonio

Antonio ci scrive una riflessione personale sui giochi potere attorno all’Isis e alla cd lotta al terrorismo.
«Dall’attentato a Charlie Hebdo fino ad oggi ci sono stati più di cinquanta attacchi alle moschee francesi, la Francia ha inviato due portaerei in zona IS, che non è più isis perchè l’Islamic State è ormai un califfato in completa espansione e radicalizzato nel territorio con tanto di propaganda e sistema giudiziario basato sulla sharia e le decapitazioni. Il documentario di Vice ne potrebbe essere la prova, siamo nell’era della digitalizzazione globale, e dell’immagine non ci si può mai fidare.
Tutti postano tutto e anche i video di decapitazioni e attentati possano sembrare fake: dall’11 settembre o anche prima, dall’uomo sulla luna, le immagini hanno perso il ruolo di veridicità e la politica Occidentale è cambiata con ogni fake. Tant’è vero che Anonymus e Wikeleaks sembrano essere l’unica speranza di contrasto nella guerra digitale.
Questa è solo una riflessione, ma non sopporto l’ipocrisia di vedere Istraele in prima fila nella manifestazione d’unità francese pro Charlie. Non sopporto chi fa di Charlie un vessillo per trasformare la frustazione della così famigerata crisi in italica unione, tale da scatenare contro qualsiasi mostro da sbattere in prima pagina. Non sopporto Salvini e come diceva Pino Daniele “la Lega Nord è una merda”. Ad ogni modo l’Islamic State come fa a mantenere un apparato cosi complesso, con una propaganda e un sitema giudiziario con tanto di tribunali e polizia in kalashnikov che obbligano la sharia, anche in città che fino a poco tempo fa erano aperte agli occidentali come Raqua?
L’Islamic State si estende sull’intera area petrolifera siriana e su parte di quella irachena, dal solo Iraq guadagna 1,2 miliardi di dollari; oggi la Svizzera dice addio al tetto euro e il franco sale del 15% e le borse europee sprofondano. Io mi chiedo, chi compra il petrolio di contrabbando dell’ISIS?»
Annunci

Dì la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: