Margaret Thatcher, fra guerre mondiali e squatter

Un minuto e cinquantadue secondi di registrazione. Margaret Thatcher fa intendere a Ronald Reagan che l’HMS Sheffield, il cacciatorpediniere britannico impegnato nella battaglia delle Falkland-Malvinas è stato distrutto volontariamente, e non affondato dagli argentini, come è stato fatto credere all’opinione pubblica.

Il presidente degli USA replica che ha intenzione di rendere l’Europa un fronte attivo per la Guerra Fredda, per far capire ai sovietici chi è il padrone del mondo.

https://www.youtube.com/watch?v=QmfLP1IOip8

Stop.

Ce n’è abbastanza, se non per una nuova Guerra Mondiale, per scatenare un succoso caso diplomatico.

Peccato che la registrazione sia un montaggio creato ad arte dai Crass, band passata alla storia per essere stata la prima comunità anarchica politicamente attiva nel panorama musicale britannico, precursori dei moderni centri sociali autogestiti: una comune di squatter anarchici che cercava di diffondere il proprio credo attraverso dischi, fanzine e volantini tutti rigorosamente autoprodotti.

I Crass volevano far cadere il governo-Thatcher, e cosa c’era di meglio se non scatenare uno scandalo internazionale coi fiocchi?

L’Observer, nell’estate del 1982, fu il primo quotidiano a diffondere lo scoop, per poi scoprire la bufala solo successivamente, quando aveva gettato buona parte dell’opinione pubblica nel panico.

Il cosiddetto “Thatchergate Tape” finì poi nelle mani dei servizi segreti britannici e poi della Lady di Ferro in persona.

Documenti decriptati nel 2013 provano che la Thatcher passò parte del 1983 a leggere dei Crass, cosa che la accomuna con buona parte dei punk cinquantenni che a Londra passano il tempo a tirare lattine di birra vuote alla statua di Nelson a Trafalgar Square.

Margaret Thatcher, insieme a Ronald Reagan (magari farò un pezzo anche su di lui), è stata l’autorità politica più bersagliata fra le più bersagliate dalla musica pop e dai giovani inglesi.

Certamente la battaglia delle Falkland, le cariche della polizia sui minatori scioperanti di metà decennio e l’allargamento della forbice di disparità economica non hanno giovato all’immagine di Maggie.

Bisogna riconoscere che la Lady di Ferro aveva ereditato un paese allo sfascio da Callaghan nel 1979, con disoccupazione a livelli esasperanti, e lo lasciò all’alba degli anni ’90, quando ormai era una potenza economica.

Nel frattempo, però, la Thatcher non si era fatta di certo amare: i giovani dei Suburbs di Londra vivevano in situazioni sempre più disagiate, che sfogavano nella violenza razziale e negli stadi.

Proprio Maggie ha gettato le basi per la regolamentazione degli spettacoli sportivi contemporanei, emanando leggi adibite a tener fuori i criminali dagli stadi e rendendo il Regno Unito il paese guida in materia. La Iron Lady ci andò giù pesante soprattutto dopo i disastri degli hooligans all’Heysel e ad Hillsborough di metà-fine ’80.

I Clash nel 1980 registrarono “Sandinista!”, album pilastro della new wave, il quale titolo rimanda al sandinismo, ideologia socialista e antimperialista al tempo vigente in Nicaragua. Maggie Thatcher provò a proibire le parole “Sandinismo” e “Sandinista”, così il gruppo di Joe Strummer mise “Sandinista!” come titolo dell’album, con tanto di punto esclamativo.

Anche “The Wall” dei Pink Floyd, riprende temi cari ai giovani anti-conservatori, come l’alienazione causata dall’abbandono del padre del protagonista causa partenza per la Guerra delle Falkland, la questione dello sciopero dei minatori e le proteste contro la polizia.

Non conosco un inglese che non dipinga Margaret Thatcher come il Diavolo, e non conosco centro sociale che non abbia organizzato feste o banchetti in occasione della sua morte, avvenuta l’8 aprile dell’anno scorso.

Annunci

Dì la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: